Home » Servizi informatici per avvocati » Strumenti - Posta Elettronica Certificata P.E.C.

Posta Elettronica Certificata P.E.C.

INFORMAZIONI GENERALI SULLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

 

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di comunicazione che conferisce all'invio ed all'avvenuta consegna di messaggi di posta elettronica alcuni caratteri di sicurezza di integrità del messaggio e di verifica della provenienza del medesimo, fornendo ricevute opponibili ai terzi (art. 1 lett. v) bis del D.Lgs 82/2005 mod. D.Lgs. 235/2010).

Il Professionista Avvocato (o Praticante Abilitato), iscritto in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato, deve comunicare all'Ordine di appartenenza il proprio indirizzo di PEC e ogni successiva variazione utilizzando i seguenti moduli:

Modulo prima comunicazione indirizzo PEC

Modulo comunicazione variazione indirizzo PEC

Il modulo compilato e sottoscritto dall'interessato deve essere presentato presso l'Ufficio Iscrizioni della Segreteria dell'Ordine (apertura: dal lunedì al venerdì ore 9.00-13.00), oppure inviato per posta elettronica all'indirizzo variazione-dati@ordineavvocatimilano.it o via fax al numero 02.55181003 (art.16 c. 7 L. 2/2009).


Sono disponibili sul mercato offerte di caselle PEC di diversi Enti Certificatori, tutte equivalenti ai fini della comunicazione al proprio Ordine professionale ai sensi dell'art. 16 c. 7 della L. 2/2009, con avvertenza che la caselle PEC con estensione .GOV non sono idonee per la ricezione di comunicazioni da parte degli uffici giudiziari abilitati (art. 136 c.p.c. e art. 51 L. 133/2008 e succ. mod.), in quanto utilizzano un circuito chiuso.

 

DOMANDE E RISPOSTE FREQUENTI (F.A.Q.) SULLA PEC

 


ATTIVAZIONE NUOVO UTENTE PEC

 

L'Ordine degli Avvocati di Milano, a seguito di delibera dell'Unione Lombarda degli Ordini Forensi del 15 ottobre 2011, ha stipulato in data 20 ottobre 2011 una convenzione triennale con la società NAMIRIAL S.p.A. per la fornitura di caselle PEC con dominio @milano.pecavvocati.it (c.d. PEC Gold) per tutti gli iscritti interessati, GRATUITA per il primo anno di attivazione.

 

Tale soluzione consente il mantenimento delle funzionalità del Punto di Accesso rendendo trasparente all'utente la complessità di gestione della PEC standard, soprattutto per quanto attiene l'archiviazione delle ricevute e delle comunicazioni degli esiti dei depositi, nonché nella gestione e archiviazione delle comunicazioni di cancelleria.

 

Si precisa che non vi è alcun obbligo di aderire alla proposta contrattuale di NAMIRIAL S.p.A, dal momento che ciascun iscritto è libero di rivolgersi ad altri fornitori di servizi presenti sul mercato.

 

E’ possibile richiedere l’attivazione della casella di PEC Gold (Namirial) con le seguenti modalità:


- attraverso il software CONSOLLE AVVOCATO (R), disponibile gratuitamente sul Punto di Accesso del Processo Telematico dell'Ordine degli Avvocati di Milano, seguendo le ISTRUZIONI;

 

- collegandosi direttamente al seguente link (http://www.sicurezzapostale.it/adesione_v2/adesione.asp?PORTALE=AVVOCATI), seguendo le ISTRUZIONI.

 

Come accade per l'e-mail ordinaria, è possibile usare la propria casella PEC via webmail oppure configurando un normale programma di posta elettronica sul proprio PC:

- istruzioni configurazione PEC Gold (Namirial)

 

INFORMAZIONI E ASSISTENZA


- contattare il Call center di Namirial Sicurezza Postale (Telefono: 199.122.007 - Fax: 199.418.010);
- scrivere all'indirizzo pec@namirial.com;
- rivolgersi allo Sportello dei servizi informatici per gli avvocati, presso Infopoint processo telematico – lato San Barnaba - piano I - Palazzo di Giustizia di Milano, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 - tel. 02 54121683, mail infopct@ordineavvocatimilano.it.

 

 

COMUNICAZIONI GENERALI SULLA PEC NEGLI ATTI

 

INDIRIZZO PEC DA INSERIRE


Solamente l’indirizzo comunicato al consiglio dell’Ordine di appartenenza ai sensi della legge 2/2009 sarà quello DA INSERIRE NEGLI ATTI, validamente utilizzabile per ricevere le comunicazioni ed effettuare i depositi telematici a valore legale (art. 125 c.pc.).

 

IN MATERIA DI CONTRIBUTO UNIFICATO


L’entrata in vigore del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 155, ha previsto (art. 37) diverse modifiche alle norme in materia di contributo unificato.
In particolare, il provvedimento stabilisce che “Ove il difensore non indichi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata e il proprio numero di fax ai sensi degli articoli 125, primo comma, del codice di procedura civile e 16, comma 1-bis, del decreto legislativo 31 dicembre 1992, n. 546, ovvero qualora la parte ometta di indicare il codice fiscale nell’atto introduttivo del giudizio o, per il processo tributario, nel ricorso il contributo unificato è aumentato della metà.”. Allo stesso modo, per il processo amministrativo, il decreto prevede che gli importi del contributo unificato siano aumentati della metà “ove il difensore non indichi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata e il proprio recapito fax, ai sensi dell'articolo 136 del codice del processo amministrativo di cui al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104.”.
Ai sensi del comma 7 dell’articolo 37, le suddette norme si applicano alle controversie instaurate, nonché ai ricorsi notificati ai sensi del decreto legislativo 31 dicembre 1992, n. 546, successivamente al 6 luglio 2011, data di entrata in vigore del decreto.

 

 

PROFESSIONISTI TITOLARI DI PEC @CERT.ORDINEAVVOCATIMILANO.IT SCADUTA

 

La casella di Posta Elettronica Certificata, attivata sul dominio dell’Ordine degli Avvocati di Milano (@cert.ordineavvocatimilano.it), risultante scaduta da oltre sei mesi, non potrà essere più essere riattivata, nè resa nuovamente disponibile con lo stesso indirizzo.

 

INFORMAZIONI E ASSISTENZA PEC OPENDOTCOM


- contattare il Call center di OPEN Dot Com al n. 0171.700700 (dal lunedì al venerdì, ore 9.00 - 13.00 e ore 14.30 - 18.30);
- scrivere all'indirizzo pec@opendotcom.it;
- rivolgersi allo Sportello dei servizi informatici per gli avvocati, presso Infopoint processo telematico – lato San Barnaba - piano I - Palazzo di Giustizia di Milano, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 - tel. 02 54121683, mail infopct@ordineavvocatimilano.it.

indietro