Progetto Stage


 

A causa dell’emergenza sanitaria attualmente in corso, la Fondazione Forense di Milano ha dovuto sospendere la procedura di stanziamento della “Borsa Stage”, rimessa con delibera del 27 Febbraio 2020 del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano che ha approvato il Progetto Stage.

 

> Presentazione

 

  • Il “Progetto Stage” nasce dalla volontà dell’Ordine degli Avvocati di Milano di sostenere i propri giovani: Praticanti e Avvocati con un curriculum valido e voglia di “mettersi alla prova” meritano di essere aiutati ad inserirsi un contesto internazionale, di regola di difficile accesso per chi non lavori già in uno Studio appartenente al circuito dei grandi network.

 

  • In questa prospettiva, la Commissione Rapporti Internazionali ha assunto il ruolo di leader nei rapporti istituzionali con gli Ordini stranieri che condividono questa visione.

 

> Contenuto e finalità

 

  • Offrire a Praticanti e Avvocati del Foro di Milano la possibilità di svolgere un periodo di formazione e attività professionale presso Studi legali stranieri.

 

  • Consolidare i rapporti con gli Ordini di Paesi diversi, offrendo la disponibilità di Studi legali del Foro di Milano ad accogliere Praticanti e Avvocati stranieri, per un periodo di formazione e attività professionale.

 

  • L’attività svolta dallo Stagiaire durante lo stage presso lo Studio Ospitante è a titolo gratuito. La possibilità di riconoscere allo Stagiaire un compenso per l’attività svolta durante lo stage è rimessa al singolo Studio Ospitante.

 

> Contenuto e durata degli stage

 

  • Lo Stagiaire sarà seguito da un “Avvocato Tutor” dello Studio Ospitante e verrà coinvolto nell’attività professionale, svolgendo ricerche su questioni giuridiche, esaminando atti e documenti relativi a casi concreti affrontati dai professionisti dello Studio e, ove possibile, partecipando alle udienze.

 

  • La durata degli stage potrà variare da un periodo minimo di tre mesi ad un periodo massimo di sei mesi e verrà determinata in base alla disponibilità dello Studio Ospitante e alle esigenze dello Stagiaire.

 

> Destinatari e requisiti

 

  • Praticanti e Avvocati del Foro di Milano, che, al momento della presentazione della candidatura, siano in possesso dei seguenti requisiti:
  1. età non superiore ai 35 anni al momento della presentazione della domanda di partecipazione;
  2. livello “B2” o superiore nella lingua inglese e/o nella lingua del Paese in cui si trova lo Studio Ospitante, secondo la scala di valutazione CEFR (Common European Framework of Reference for Language).

Ai fini della valutazione delle candidature, sono considerati elementi preferenziali il voto di laurea pari a 110/110 e la maturità classica.

 

  • Studi Legali del Foro di Milano con forte vocazione internazionale, disponibili ad ospitare Praticanti e giovani Avvocati stranieri, per un periodo di formazione professionale.

 

> Sede di svolgimento dello stage

 

 

  • Le destinazioni dei singoli stage verranno individuate tenendo conto della disponibilità degli Studi Ospitanti e, per quanto possibile, delle eventuali preferenze espresse dai candidati al momento della presentazione della domanda.

 

> “Borsa Stage”

 

  • I candidati prescelti potranno beneficiare di un contributo forfettario pari ad Euro 1.000,00 da corrispondersi in via anticipata per ciascun mese di stage, che sarà erogato dall’Ordine degli Avvocati di Milano per il sostenimento dei costi di trasferta, vitto e alloggio. Tale contributo potrà essere aumentato, caso per caso, in base alla durata dello stage, alla distanza e al costo della vita del Paese di destinazione, sulla base di un preventivo dettagliato da presentarsi a cura dello Stagiaire prima dell’inizio dello stage, da sottoporre alla approvazione del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano. In caso di mancato svolgimento effettivo dello stage e/o di interruzione anticipata dello stesso, il candidato non potrà beneficiare di alcun contributo e sarà tenuto a restituire quanto eventualmente percepito.

 

  • Al termine dello stage, in aggiunta al contributo forfettario già erogato, l’Ordine degli Avvocati di Milano potrà valutare la possibilità di riconoscere allo Stagiaire un ulteriore importo, a titolo di contributo a copertura spese, sulla base di apposita richiesta corredata dei giustificativi di spesa, da presentarsi a cura dello Stagiaire stesso e che sarà sottoposto alla approvazione del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano.

 

  • Per poter beneficiare della “Borsa Stage”, i candidati prescelti dovranno produrre il Modello ISEE 2020, unitamente alla domanda di ammissione.

 

> Procedura di selezione   

 

  • Fase I

Il candidato presenta la propria domanda di ammissione al Progetto Stage, entro il 30 giugno ovvero entro il 31 dicembre di ciascun anno, utilizzando la modulistica scaricabile dal Sito dell’Ordine degli Avvocati di Milano. La domanda viene presa in esame da una Commissione, composta dal Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano, dal Presidente della Commissione Rapporti Internazionali dell’Ordine degli Avvocati di Milano e da due componenti del Comitato Stage (la “Commissione di Valutazione”). La “Commissione di Valutazione” comunica al candidato l’esito della valutazione della domanda.

 

  • Fase II (per il candidato valutato positivamente all’esito della Fase I)

La “Commissione di Valutazione” invita il candidato per un colloquio conoscitivo ed in seguito ne comunica l’esito al candidato stesso.

 

  • Fase III (per il candidato valutato positivamente all’esito della Fase II)

Il Comitato Stage sottopone a uno o più Ordini stranieri e/o a uno o più Studi stranieri la domanda del candidato, tenendo conto, per quanto possibile, delle preferenze espresse dal candidato. La “Commissione di Valutazione” comunica quindi al candidato gli eventuali Studi stranieri disponibili ad ospitarlo per lo stage.

Il Comitato Stage mette il candidato in contatto diretto con lo Studio straniero disponibile ad ospitarlo.

In seguito, il candidato, in una comunicazione riassuntiva dello stage: (i) riferisce alla “Commissione di Valutazione” delle intese con lo Studio Ospitante, circa l’inizio e la durata complessiva dello stage, il nominativo dell’Avvocato Tutor, le modalità di svolgimento dello stage; (ii) conferma alla “Commissione di Valutazione” la necessità del contributo forfettario di Euro 1.000,00 mensili; (iii) indica alla “Commissione di Valutazione” la necessità di un contributo superiore allegando documentazione confortante, da elaborare con lo Studio Ospitante; (iv) conferma alla “Commissione di Valutazione” l’interesse a svolgere lo stage, nei termini indicati.

 

  • Fase IV (per il candidato che abbia raggiunto un accordo positivo con lo Studio straniero, all’esito della Fase III)

La “Commissione di Valutazione” sottopone al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano la domanda del candidato per l’erogazione della “Borsa Stage”. La “Commissione di Valutazione” comunica al candidato la sua ammissione alla “Borsa Stage” da parte dell’Ordine degli Avvocati di Milano. Il Candidato, avviato lo stage, ne dà comunicazione alla “Commissione di Valutazione” con missiva scaricabile sul sito.

 

 

> Comunicazioni durante ed al termine dello stage

 

  • Al termine di ciascun mese dello stage, lo Stagiaire dovrà informare il Comitato Stage della Commissione Rapporti internazionali circa l’andamento dello stage stesso, inviando una relazione all’indirizzo di posta elettronica crint.stage@ordineavvocatimilano.it, sottoscritta anche dall’Avvocato Tutor per conferma.

 

  • Al termine del periodo di stage, lo Stagiaire e l’Avvocato Tutor predisporranno insieme una breve relazione conclusiva, illustrando le attività svolte e l’esito complessivo dello stage. La relazione sarà presentata dallo Stagiaire all’Ordine degli Avvocati di Milano per il riconoscimento dei crediti formativi, da quantificarsi in base alla effettiva attività svolta, in funzione della durata dello stage svolto e dell’impegno profuso nel corso di esso, attestato dalla sottoscrizione del Tutor. I crediti formativi saranno riconosciuti anche all’Avvocato Tutor dello Studio Ospitante (laddove di interesse), a seconda dell’attività di supporto allo Stagiaire, così come previsto dalla c.d. "autoformazione", ai sensi dell'art. 13, c. 1 lett. f), del Regolamento sulla formazione del CNF ("attività seminariali di studio, anche nell’ambito della propria organizzazione professionale e mediante l’utilizzo di sistemi telematici, preventivamente autorizzate o accreditate dal CNF o dal COA secondo le rispettive competenze").

 

  • Pertanto, entro 10 giorni dalla conclusione dello stage:
  • lo Stagiaire invierà la relazione conclusiva con richiesta dei crediti formativi anche eventualmente per il Tutor;
  • lo Stagiaire invierà la propria eventuale richiesta di contributo spese ulteriore, come descritta nel Paragrafo “Borsa Stage”.

 

> Documenti    

 

Il Comitato Stage ha messo a punto la documentazione qui elencata.

 

1.         La presentazione del Progetto Stage, con descrizione, tra l’altro, dei requisiti di ammissione, del contenuto degli stage e della procedura di selezione dei candidati.

2.         Il format del Protocollo d’Intesa tra il Consiglio dell’Ordine di Milano e gli Studi interessati ad aderire al Progetto Stage.

3.         La descrizione in Inglese del Progetto Stage, predisposta secondo il sistema delle “FAQ”, a beneficio dei rappresentanti degli Ordini Stranieri interessati ad aderire all’iniziativa.

4.         Il questionario in Inglese da compilare a cura dei rappresentanti degli Ordini Stranieri interessati ad aderire all’iniziativa, per formalizzare la propria partecipazione.

 

La “modulistica” relativa al Progetto Stage, come Stagiaire e come Studio Ospitante, e nello specifico:

 

I.       Domanda di ammissione del Candidato

II.      Domanda di partecipazione Studio Ospitante

III.     Comunicazione riassuntiva dello stage da parte del Candidato

IV.     Conferma  dell’avvio dello stage da parte dello Stagiaire

V.      Rapporto mensile dello Stagiaire

VI.     Relazione finale dello Stagiaire e del Tutor con richiesta crediti formativi

VII.    Richiesta contributo spese ulteriore alla fine dello stage

 

 

Tutte le comunicazioni anche quelle indirizzate alla “Commissione di Valutazione” dovranno essere inviate al Comitato Stage, all’indirizzo di posta elettronica crint.stage@ordineavvocatimilano.it